Fimosi Negli Adulti: Cause e Come Curarla

A differenza della fimosi congenita, che è presente sin dalla nascita, la fimosi in età adulta è quasi sempre acquisita: è molto raro, infatti, che in presenza di una difficoltà o impossibilità di scoprire il glande non si intervenga prima che si manifesti in età avanzata.

La fimosi in età avanzata può avere notevoli conseguenze come difficoltà nell’igiene personale, potenziali irritazioni cutanee e impatti sulla salute sessuale: scoprire il glande con facilità e senza dolore, infatti, è fondamentale per poter espletare le funzioni del pene.

In questo articolo vedremo quali sono le cause della fimosi in età adulta, i sintomi correlati e le opzioni di trattamento disponibili.

Cosa c'è in questa pagina:

Fimosi adulto: cause

Come anticipato in fase di introduzione, in caso di fimosi congenita, questa viene diagnosticata durante l’infanzia o al più tardi nel periodo dell’adolescenza. Se la fimosi, invece, si manifesta in età adulta o avanzata, è quasi sempre acquisita e dunque frutto di uno o più fattori scatenanti.

Ecco le principali cause della fimosi in età avanzata:

  • Lesioni: una serie di lesioni sul prepuzio, dovute, ad esempio, allo strofinamento durante un rapporto o al contatto con un tessuto che causa una reazione allergica, possono contribuire ad un restringimento fimotico per via del tessuto cicatriziale che indurisce e rende poco elastica la pelle.
  • Patologie della pelle: una causa di fimosi può essere anche l’insorgenza di patologie della pelle come la dermatite, che crea irritazione e vescicole o il lichen sclerosus, una malattia cronica che indurisce i tessuti e li priva della loro capacità estensiva.

PHIMOSTOP

Cura la Fimosi senza Circoncisione

Phimostop è un dispositivo medico composto da 22 elementi in silicone medicale, progettati per aiutare a risolvere la fimosi, una condizione in cui il prepuzio non può essere retratto completamente sul glande del pene.

Phimostop
Scopri il prodotto

Infezioni: le infezioni possono essere responsabili della formazione di una fimosi anche in età senile poiché creano infiammazione e irritazione a cui seguono delle cicatrizzazioni. Le infezioni che portano alla fimosi sono, in particolare, la balanite (al glande) e la balanopostite (glande e prepuzio), che si manifestano con prurito, dolore e chiazze rosse. Riconoscerle e curarle in tempo può limitare i rischi di incorrere in entrambe le forme di fimosi, serrata e non serrata.

Prima di tutto scopriamo la differenza tra fimosi “acquisita” e “congenita”

Come detto in precedenza, nella maggior parte dei casi di fimosi in età adulta si parla di fimosi acquisita. La differenza tra fimosi acquisita e congenita risiede nell’origine di questa condizione e nelle sue circostanze di sviluppo. 

La fimosi congenita è presente fin dalla nascita e si verifica quando il prepuzio è più stretto e non può essere ritratto completamente sopra la punta del glande. Al contrario, la fimosi acquisita si può sviluppare successivamente nella vita di un individuo per diversi motivi, tra cui un’infiammazione o un’infezione del prepuzio.

Entrambe le forme di fimosi possono influenzare la salute sessuale e richiedere approcci di gestione diversi. La diagnosi accurata della tipologia di fimosi è fondamentale per determinare il piano di trattamento più adeguato, che può variare da interventi conservativi a procedure chirurgiche, a seconda delle circostanze e della gravità della condizione.

Le conseguenze possibili della Fimosi in età adulta

La fimosi negli adulti, se trascurata nel corso del tempo, può comportare una serie di conseguenze significative, se degenerare nei casi più gravi.

Il restringimento del prepuzio in una fimosi serrata, infatti, rende difficile – per non dire impossibile – provvedere ad una normale e corretta igiene intima. Il che determina la sedimentazione di residui di urina o di smegma all’interno del prepuzio e sul glande che possono facilitare la proliferazione fungina o batterica, con conseguenti stati infettivi.

Un’altra eventualità che può verificarsi è la difficoltà nella minzione, che può innalzare le probabilità di ritenzione nell’uretra con annessi rischi di infezione.

Inoltre, occorre tenere conto di una serie di problematiche riguardanti la sfera sessuale. Se è vero che con la fimosi, serrata o non serrata, si possono avere rapporti, è altrettanto vero che essi sono pesantemente influenzati da questa condizione. Non solo la fimosi rende un’erezione incompleta e dolorosa, rendendo un rapporto complicato e non appagante, ma determina un grande rischio di procurare lesioni alla cute o addirittura di forzatura della scopertura del glande, che causa la parafimosi.

La parafimosi consiste nel blocco del prepuzio sotto il glande dopo un abbassamento forzato, ed è una condizione molto pericolosa che va affrontata subito rivolgendosi ad un urologo per evitare che lo strozzamento ai danni del glande possa degenerare in complicazioni più gravi.

I rimedi “fai da te” funzionano negli adulti?

In presenza di fimosi in età adulta, è molto importante evitare i rimedi fai da te: la fimosi è una condizione medica che richiede una valutazione accurata da parte di specialisti e l’autodiagnosi o il tentativo di trattamento autonomo possono portare a errori nella gestione della condizione, rischiando di peggiorare la situazione o causare danni aggiuntivi.

È opportuno, dunque, valutare un intervento mirato ed efficace, che varia a seconda della gravità della condizione e dai sintomi associati.

  • Fimosi di grado minore: in caso di fimosi di lieve entità spesso sono consigliati prodotti locali come creme per fimosi, pomate antinfiammatorie o unguenti che, grazie alla loro azione, contrastano il processo infiammatorio e a favoriscono un recupero della corretta elasticità della pelle. 
  • Fimosi di grado maggiore: nelle fimosi serrate, invece, la terapia tradizionale consiste nella circoncisione parziale o totale. A seconda del tipo di operazione, il prepuzio viene parzialmente o completamente rimosso per consentire l’esposizione del glande. Occorre tenere conto del fatto che tale scelta può richiedere tempi lunghi – anche di convalescenza – e costi importanti, oltre alla necessità di doversi assentare dal lavoro o dall’attività sportiva.

Ma è possibile curare la fimosi senza intervento di circoncisione? Grazie a Phimostop, un dispositivo medico composto da 22 elementi in silicone medicale progettati per aiutare a curare la fimosi, è possibile agire senza intervento chirurgico. Questo dispositivo può essere consigliabile sia nelle forme di grado minore che maggiore e quando il paziente è fortemente orientato ad evitare l’intervento chirurgico. 

Phimostop, grazie alla dilatazione del tessuto epidermico, agisce direttamente sulla zona interessata, bloccando la progressione della fimosi e migliorando la qualità della vita sessuale. È un prodotto poco invasivo, accessibile a tutti ed è disponibile online e in farmacia senza prescrizione medica.

Phimostop è l’unico dispositivo medico per la cura della fimosi senza intervento di circoncisione validato dal Ministero della Salute.

Vuoi saperne di più?