Fimosi non serrata: sintomi, cause e terapie

La fimosi, una condizione medica caratterizzata dalla difficoltà o dall’impossibilità di scoprire il glande del pene a causa di una stretta del prepuzio, si può presentare in varie forme, tra cui la fimosi non serrata

In questo articolo, vedremo in dettaglio che cos’è la fimosi non serrata, analizzandone cause, sintomi, e le opzioni di trattamento disponibili.

Cosa c'è in questa pagina:

Fimosi non serrata: che cos’è

La fimosi non serrata è uno stato di alterazione della parte finale del pene per cui il prepuzio, per via di un restringimento, non scorre a sufficienza all’indietro lungo il glande durante l’erezione, impedendone la naturale scopertura totale o parziale. Questo problema può essere sia congenito che acquisito.

In caso di fimosi non serrata congenita, questa condizione è presente sin dalla nascita, causata da una mancanza di elasticità del prepuzio. Nei neonati e nei bambini è piuttosto comune l’aderenza del prepuzio al glande, ma tende a risolversi con il passare del tempo senza la necessità di interventi medici o chirurgici.

PHIMOSTOP

Cura la Fimosi senza Circoncisione

Phimostop è un dispositivo medico composto da 22 elementi in silicone medicale, progettati per aiutare a risolvere la fimosi, una condizione in cui il prepuzio non può essere retratto completamente sul glande del pene.

Phimostop
Scopri il prodotto

Serrata

La fimosi non serrata acquisita, invece, può svilupparsi in età adulta in seguito a un’infiammazione o un’infezione del prepuzio come conseguenza di stati infettivi o patologie come:

  • Balanite;
  • Balanopostite;
  • Lichen sclerosus.

In caso di fimosi non serrata acquisita, è fondamentale intervenire con le dovute cure volte a debellare l’infezione: infatti, sebbene sia una forma di fimosi meno grave di quella serrata, in cui la scopertura del glande risulta impossibile anche col pene allo stato flaccido, la fimosi non serrata è causa di dolore e disagio e non va in alcun modo sottovalutata.

Fimosi non serrata e serrata: qual è la differenza?

La fimosi può manifestarsi con diversi gradi di severità: in particolare, vengono utilizzati due livelli di gravità per la fimosi serrata e non serrata.

Il termine fimosi serrata denota un restringimento del prepuzio così estremo che il glande risulta quasi completamente rinchiuso al suo interno. Questa forma di fimosi si distingue immediatamente a occhio nudo.

La fimosi non serrata, invece, si manifesta quando il prepuzio può essere ritratto in determinate circostanze come, ad esempio,  in assenza di erezione, permettendo una parziale esposizione del glande. Entrambi i tipi di fimosi, serrata e non serrata, sono comunemente associate a disagi o dolori durante l’erezione e possono predisporre a irritazioni o infiammazioni a causa della limitata esposizione del glande.

La chiara comprensione di questa distinzione si rivela fondamentale per una valutazione precisa della condizione e per determinare l’approccio terapeutico più idoneo, il quale può variare in base alla gravità specifica della fimosi.

pexels-adedamola-adetoyi-17879308

Sintomi della fimosi non serrata

La fimosi non serrata può presentare restringimenti anche molto lievi e non è sempre semplice accorgersi della sua presenza. Per questo motivo è opportuno conoscerne i principali sintomi, così da non venire colti impreparati nella sfortunata eventualità di essere colpiti da questo disturbo.

Di seguito i cinque principali sintomi della fimosi non serrata:

  1. Difficoltà nella ritrazione del prepuzio durante l’erezione
    Il sintomo principe della fimosi non serrata è l’impossibilità di ritrarre completamente il prepuzio durante l’erezione a causa del suo restringimento. Questo disturbo si verifica in seguito
    alla cicatrizzazione di lesioni genitali, la quale favorisce la proliferazione di cellule anelastiche che sostituiscono il normale tessuto del prepuzio.
    Questo fenomeno determina la formazione di un anello cutaneo rigido che riduce le dimensioni dell’orifizio prepuziale, impedendo la completa scopertura del glande.
  2. Dolore durante l’erezione
    Quando si soffre di fimosi non serrata il restringimento del prepuzio non permette a quest’ultimo di ritrarsi; di conseguenza, durante l’erezione il glande esercita una forte pressione sulla pelle.
    La tensione a cui viene sottoposto il prepuzio in queste circostanze è causa di forti dolori che possono compromettere la possibilità di avere rapporti sessuali.
    Il disagio psicofisico dovuto al dolore può ostacolare la normale funzionalità del pene al punto da causare
    impotenza.
  3. Frequente insorgere di patologie ai danni dei genitali esterni
    La fimosi non serrata rende difficile il mantenimento di una corretta igiene intima e favorisce l’accumulo di secrezioni tra il prepuzio e il glande. Si viene così a creare un microambiente nel quale possono facilmente proliferare numerosi agenti patogeni causa di malattie genitali, tra le quali:

    • la balanite, l’infiammazione del glande;
    • la postite, l’infiammazione del prepuzio;
    • la candida, un’infezione micotica.

    Per effetto di queste malattie possono comparire lesioni genitali che, cicatrizzandosi, aggravano ulteriormente il restringimento, causando l’evoluzione del disturbo in fimosi serrata.

  4. Disuria
    Con il termine disuria si indica una condizione patologica caratterizzata da difficoltà, bruciore e dolore durante la minzione. Questi sintomi sono un chiaro segnale della presenza di infezioni delle vie urinarie. Patologie di questo tipo sono molto frequenti in coloro che soffrono di fimosi per via della difficoltà di avere una corretta igiene intima.
    Ciò non significa che la presenza di infezioni delle vie urinarie sia sempre indice di fimosi: tuttavia, è opportuno considerare anche questa possibilità qualora si manifestino episodi di disuria.
  5. Comparsa di ragadi nel prepuzio
    Quando si soffre di fimosi non serrata è frequente la comparsa di ragadi nel prepuzio a seguito di un’eccessiva sollecitazione di questa parte del corpo durante i rapporti sessuali.
    A volte queste lesioni sono provocate anche da un’esecuzione non corretta della ginnastica prepuziale. Questa manovra consiste nella ritrazione forzata del prepuzio, praticata al fine di distenderlo e ridurne il restringimento. La ginnastica prepuziale va effettuata solo se viene consigliata da un medico, seguendo scrupolosamente le sue indicazioni sul corretto modo di scoprire il glande, in modo da evitare un peggioramento delle proprie condizioni di salute.

Fimosi non serrata nei bambini: come affrontarla

pexels-japheth-mast-569169

Per quanto riguarda la fimosi nei bambini, gran parte dei medici suggerisce cautela nel caso in cui un bambino evidenzi una certa difficoltà a scoprire il glande, poiché nei primi anni di vita si tratta di un fenomeno del tutto normale ed è quindi inutile preoccuparsi eccessivamente.

Ciò è dovuto ad un’aderenza fisiologica tra glande e prepuzio – detta balano-prepuziale – che è presente alla nascita nella quasi totalità dei neonati. La percentuale di bambini che faticano a far scorrere il prepuzio per scoprire agevolmente il glande va comunque a diminuire progressivamente durante i primi anni di vita.

Dopo i cinque anni, infatti, si stima che una percentuale vicina al 95% dei bambini riesca a compiere tale manovra.

Tuttavia, dal momento che la fimosi non serrata si manifesta durante lo stato di erezione, risulta difficile diagnosticarla prima della pubertà, salvo che non siano evidenti alcuni sintomi di natura strutturale come il frenulo breve o il perdurare delle aderenze balano-prepuziali. In questi casi il pediatra può valutare l’ipotesi di sottoporre il bambino ad una visita urologica volta a stabilire la necessità di un adeguato trattamento farmacologico o, nei casi che lo richiedono, di un intervento chirurgico.

È importante sottolineare che è assolutamente sbagliato forzare la scopertura del glande, dal momento che si rischia solo di creare complicazioni e causare un forte trauma emotivo al bambino, oltre che procurare dolore fisico.

Si possono avere figli con la fimosi non serrata?

pexels-pixabay-208189

“Si possono avere figli con la fimosi non serrata?” Questa è una domanda molto comune, che può sorgere spontanea per chi soffre di fimosi non serrata. 

Sì, con la fimosi è possibile avere rapporti e concepire figli, ma in base alla specificità di ogni situazione c’è la possibilità che sia più complicato del previsto.

Quando il restringimento del prepuzio causato dalla fimosi è molto severo, infatti, la fuoriuscita dello sperma può essere ostacolata causando problemi di fertilità che possono impedire di avere figli.

Inoltre, una scorretta igiene intima causata dalla difficoltà nello scoprimento del glande, può favorire la comparsa di infezioni genitali: alcune di queste potrebbero colpire i testicoli o le vie spermatiche, causando danni tali da pregiudicare irreparabilmente la fertilità.

Cura la Fimosi senza Circoncisione!

Con la fimosi non serrata si possono avere rapporti sessuali?

Sebbene sia importante sottolineare che ognuno può reagire in modo diverso alla fimosi, nella maggior parte dei casi la fimosi non serrata non consente di poter godere appieno dei rapporti. 

Come abbiamo visto, questa condizione può presentare situazioni e stadi di gravità diversi e in quelli più lievi può consentire una vita sessuale quasi normale: tuttavia, il fatto di non poter scoprire completamente il glande in stato di erezione crea difficoltà, dolore e disagio.

L’utilizzo del preservativo in caso di fimosi non serrata è una pratica che senza dubbio limita le forzature e i rischi di procurarsi irritazioni o lesioni, poiché il mancato sfregamento diretto coi genitali del partner limita lo scorrere del prepuzio sul glande. Di contro può causare altri problemi come l’iposensibilità e una conseguente difficoltà al mantenimento dell’erezione, in quanto gran parte dei recettori del piacere si trovano proprio nella parte finale del pene.

Di conseguenza, la maggior parte degli individui colpiti da fimosi non serrata si ritrova ad avere una vita sessuale limitata e non appagante. Il che spesso può portare a risvolti psicologici negativi, facendo maturare senso di insoddisfazione, di ansia e di inadeguatezza, causando talvolta il deterioramento dei rapporti col proprio partner.

In conclusione, è possibile avere rapporti con la fimosi non serrata, ma è molto complicato averne di agevoli e soddisfacenti al 100%.

couple

Come si cura la fimosi non serrata: le terapie disponibili

Le modalità per curare la fimosi variano in base alla gravità della condizione e ai sintomi correlati.

Nei casi di fimosi non serrata, infatti, è possibile considerare inizialmente l’utilizzo di prodotti locali come creme per fimosi non serrata, pomate antinfiammatorie o unguenti. Questi agenti mirano a contrastare il processo infiammatorio cronico, promuovendo il ripristino dell’elasticità cutanea. L’applicazione di una crema per fimosi non serrata o pomate idratanti sulla superficie del prepuzio può contribuire ad ammorbidire la pelle e migliorare la sua elasticità, particolarmente benefico in situazioni di fimosi acquisita caratterizzata da ispessimento o cicatrizzazione cutanea.

Nel caso di fimosi serrata, la terapia tradizionale prevede l’opzione della circoncisione parziale o totale. A seconda del tipo di intervento, una porzione o l’intero prepuzio viene rimossa per facilitare l’esposizione del glande. È fondamentale considerare le implicazioni psicologiche che il paziente potrebbe dover affrontare prima di optare per la rimozione di una porzione del proprio pene. Pertanto, è di rilievo esplorare alternative prima di procedere con l’approccio chirurgico, ad esempio, valutando l’utilizzo di Phimostop.

pexels-ylanite-koppens-612825

Come curare la fimosi non serrata con Phimostop

Una terapia non invasiva per eliminare completamente la fimosi non serrata è costituita da Phimostop, il nostro dispositivo medico validato dal Ministero della Salute,  progettato per curare la fimosi senza operazione chirurgica di circoncisione, grazie a 22 elementi in silicone medicale.

Phimostop:

  • Si può acquistare direttamente in farmacia, senza bisogno di ricetta medica;
  • È composto da 22 cilindri in silicone anallergico che vanno indossati inserendoli tra il glande e il prepuzio;
  • I cilindri non provocano nessun dolore e possono essere indossati anche durante la notte senza provare alcun fastidio. Sono progettati per distendere delicatamente l’anello fimotico, riducendo gradualmente il restringimento fino ad eliminarlo totalmente
  • Per una guarigione completa è necessario utilizzare Phimostop in maniera costante per un periodo che varia in base alla severità della fimosi.

Infine, nell’eventualità di recidiva, i cilindri possono essere riutilizzati dopo averli igienizzati con cura.

Diagnosi della fimosi serrata

Per effettuare la diagnosi di fimosi serrata, l’approccio principale consiste nell’esecuzione di un esame obiettivo, che rappresenta un’osservazione medica mirata a identificare eventuali segni patologici e a delineare con precisione il quadro completo dei sintomi presenti nel paziente.

Una volta riconosciuta la presenza di fimosi serrata mediante l’esame obiettivo, il medico intraprende le indagini necessarie per individuare le cause sottostanti di questa condizione. In genere, queste indagini includono un’approfondita anamnesi e analisi del sangue.

  • Anamnesi: questa fase investigativa mira a chiarire la sintomatologia e a fornire informazioni sulle cause sottostanti della fimosi serrata. Ad esempio, attraverso l’anamnesi, è possibile identificare se la fimosi serrata è risultato di un’infezione al glande o al glande e al prepuzio, se è congenita, o se è associata al lichen sclerosus, tra altre possibilità.
  • Analisi del sangue: queste analisi sono cruciali per confermare i sospetti di un’origine infettiva della fimosi serrata. Esaminando i marcatori ematici pertinenti, è possibile ottenere informazioni utili sulla presenza di infezioni che potrebbero essere coinvolte nella condizione in questione.

Phimostop è l’unico dispositivo medico per la cura della fimosi senza intervento di circoncisione validato dal Ministero della Salute.

Vuoi saperne di più?