La ginnastica prepuziale può essere dannosa per la salute: ecco a cosa devi fare attenzione

Soffrire di fimosi può essere un’esperienza molto frustrante.

Questo disturbo affligge tanti uomini che spesso, per mancanza di tempo o per pudore, scelgono di non rivolgersi a un medico e cercano dei rimedi che possano essere praticati in autonomia.

Per curare la fimosi qualcuno consiglia la ginnastica prepuziale, un esercizio che sembrerebbe in grado di ridurre il restringimento tipico di questo disturbo fino a eliminarlo completamente. In realtà questo metodo è spesso inefficace e può essere pericoloso per la salute. Per questo motivo è consigliabile ricorrervi solo quando viene consigliato dal medico.

In questo articolo spiegheremo quali accorgimenti vanno presi quando si pratica la ginnastica prepuziale e quali alternative non invasive esistono per curare la fimosi.

Leggi anche: Fimosi e sintomi: ecco come capire se sei affetto da questo problema

Che cosa si intende per ‘fimosi’?

Con il termine ‘fimosi‘ si indica un disturbo anatomico caratterizzato dal restringimento del prepuzio. Può essere ‘congenita‘ quando si manifesta fin dalla nascita, oppure ‘acquisita‘ quando compare in età adulta.

In base alla severità del restringimento, la fimosi può essere classificata in una scala con diversi gradi di intensità che vanno dall’1 (il più lieve) al 5 (il più grave).  Di solito, però, per distinguere le varie forme di fimosi si utilizzano i seguenti termini:

Praticando la ginnastica prepuziale si possono correre dei rischi che possono compromettere gravemente la salute

Ginnastica prepuziale per la fimosi: ci sono dei rischi?

La ginnastica prepuziale viene talvolta indicata come rimedio per trattare le forme meno gravi di fimosi.

Questa manovra si pratica ritraendo all’indietro il prepuzio. Effettuandola costantemente, il prepuzio dovrebbe distendersi sempre di più, fino all’eliminazione definitiva della fimosi.

I medici consigliano l’utilizzo di una crema steroidea per aiutare ad ammorbidire e rendere più elastica la pelle, in modo da evitare la comparsa di lesioni. La crema va applicata intorno al prepuzio e sulla punta del pene, massaggiando la zona fino al completo assorbimento, dopodiché si può provare a scoprire delicatamente il glande.

Al minimo accenno di dolore è opportuno fermarsi immediatamente e provare a riprendere il giorno successivo.

Va ricordato che la ginnastica prepuziale è raramente efficace nel trattamento della fimosi acquisita. Se dopo aver praticato questo esercizio per tre o quattro settimane non si ottengono risultati, si consiglia di chiedere aiuto medico e di cercare un’altra soluzione.

Si raccomanda di ricorrere a questa manovra solo dietro consiglio medico, facendosi spiegare come scoprire il glande senza correre rischi. La ginnastica prepuziale può essere deleteria per la salute, soprattutto se praticata con eccessivo vigore. Forzare la scopertura del glande può causare il danneggiamento del prepuzio e il conseguente aggravamento della fimosi.

In rari casi può capitare che, pur riuscendo a ritrarre la pelle, non si riesca a riportarla alla posizione di riposo. Quando capita questo, il prepuzio rimane bloccato alla base del glande, strangolandolo e compromettendo il circolo sanguigno. Questa condizione patologica si chiama parafimosi e va affrontata tempestivamente con un’operazione chirurgica.

Leggi anche: Fimosi: la crema elasticizzante è un rimedio che funziona?

C’è un rimedio non chirurgico davvero efficace contro la fimosi: è Phimostop

Come abbiamo visto, la ginnastica prepuziale è un rimedio che spesso non funziona e può costituire un pericolo per la salute. Chi la sceglie lo fa soprattutto per evitare di dover curare la fimosi con metodi invasivi come la circoncisione. Correre degli inutili rischi al fine di evitare il bisturi, però, non è una buona idea.

La buona notizia è che rinunciare alla ginnastica prepuziale non significa rinunciare a curare la fimosi con rimedi non chirurgici davvero efficaci. Per eliminare definitivamente il restringimento del prepuzio, infatti, si può ricorrere a Phimostop, il nostro dispositivo medico validato dal Ministero della Salute.

Phimostop è un kit di tuboidi in silicone anallergico, acquistabile in farmacia senza ricetta medica. Prima di iniziare il trattamento bisogna individuare il più grande tuboide che può essere inserito tra la pelle e il glande senza forzare eccessivamente l’orifizio prepuziale. Dopo averlo indossato per circa 24 ore, il restringimento dovrebbe ridursi permettendo di passare alla misura successiva e così via, fino alla guarigione completa.

In conclusione

Abbiamo spiegato come effettuare correttamente la ginnastica prepuziale e quali sono i rischi legati alla pratica di questo esercizio.

Nella maggior parte dei casi questo rimedio viene scelto per evitare di dover ricorrere alla chirurgia. Purtroppo questo metodo non permette di ottenere dei grandi risultati e può causare un peggioramento dello stesso disturbo che dovrebbe eliminare.

Come abbiamo visto, esiste un’alternativa alla chirurgia davvero efficacie: è Phimostop, l’unico rimedio non invasivo per curare la fimosi.

Se soffri di questo disturbo e non sai come liberartene, entra su Phimostop.it e scopri come funziona il nostro dispositivo!