Cos’è il prepuzio? A cosa serve questa parte del pene? In questo articolo ne parleremo concentrandoci anche sui problemi ad esso legati, uno su tutti la fimosi.

Il prepuzio è la porzione di pelle che ricopre il glande quando il pene è allo stato flaccido. Durante l’erezione invece scorre all’indietro permettendo di scoprire il glande.

Il prepuzio ha un ruolo importante ed è opportuno conoscerlo dettagliatamente per capire quando è in salute e quando invece non lo è, per scongiurare il pericolo di formazione di una fimosi e per intervenire in maniera tempestiva e corretta per curare la fimosi nei casi in cui essa è già presente.

Ragazzo col glande infiammato teme il rischio di fimosi al prepuzioCos’è il prepuzio e a cosa serve.

Come abbiamo detto, il prepuzio è quel lembo di pelle posto all’estremità del pene che va a ricoprire il glande. Si tratta di un tessuto molto delicato e sensibile, nonché dotato di grande elasticità in quanto durante l’erezione si ritrae allargandosi per via dell’aumento delle dimensioni del pene e del glande.

Questo movimento all’indietro è legato anche al frenulo, un filamento di tessuto che unisce il glande al prepuzio e che oltre a regolare la discesa e la risalita di quest’ultimo, è responsabile anche di sensazioni di piacere o dolore per via dell’alta concentrazione di recettori nervosi.

Anche il prepuzio è particolarmente ricco di terminazioni nervose e molto vascolarizzato, specie nella parte interna, e il che gli attribuisce una grande sensibilità e ricettività agli stimoli propri dell’eccitazione sessuale. Una delle sue funzioni dunque è proprio quella di sensibilizzare il pene.

Nella parte interna inoltre ha un aspetto simile ad una mucosa, rispetto alla parte esterna in cui invece è una sorta di continuazione della pelle che ricopre il tronco del pene. La sua conformazione interna permette di mantenere umido il glande e di impedirne la corneificazione, che a detta di alcuni rende questa parte del pene meno recettiva agli stimoli del piacere.

Un’altra sua funzione è quella di fornire al pene una maggiore quantità di pelle da sfruttare per l’erezione.

Leggi anche:

Una manovra come ritrarre il prepuzio, o se preferisci, come scoprire il glande, è assolutamente necessaria per poter avere un’erezione agevole e completa ma anche per poter apportare un’adeguata igiene e impedire che residui di urina o smegma stazionino a lungo e creino le condizioni ideali per funghi e batteri.

Quando il glande non si scopre da solo significa che si è in presenza di una fimosi.

Infiammazione al prepuzio può causare fimosiCosa succede al prepuzio con la fimosi.

Quando si ha una fimosi il glande non può essere scoperto per via di un restringimento eccessivo del prepuzio, che di conseguenza non riesce più a scorrere all’indietro. Questo crea non pochi problemi. Ma perché si forma la fimosi?

Quando questa alterazione del prepuzio non è congenita, le cause sono riconducibili ad infezioni, malattie della pelle o lesioni come taglietti e spaccature.

I segnali dell’insorgenza di una malattia come la dermatite alla parte terminale del pene sono chiari, con la formazione di vescicole, con il glande screpolato, il prepuzio arrossato e un prurito fastidioso e doloroso.

Anche un glande infiammato può essere un campanello d’allarme. Infatti se la causa dell’arrossamento e dell’irritazione al glande è la balanite, è molto facile che se non curata subito si propaghi anche al prepuzio degenerando in balanopostite.

Queste dinamiche, alla pari di un’infiammazione dovuta a un trauma o una lesione, portano alla creazione di un tessuto cicatriziale nelle parti interessate e poiché questo tessuto indurisce la pelle gli fa perdere l’elasticità. Quando succede nel prepuzio ha luogo una fimosi.

Le conseguenze sono che non solo il prepuzio sarà sempre più soggetto a traumi durante l’erezione e i rapporti per via della pressione a cui sarà sottoposto, ma in caso di fimosi serrata sarà più soggetto a infezioni in quanto sarà impossibile scoprire il glande anche in stato di flaccidità.

Leggi anche:

Come eliminare la fimosi del prepuzio.

Quando non si riesce a bloccare sul nascere i processi che portano alla sua formazione, la fimosi necessita di una risoluzione prima che possa portare a complicazioni insostenibili.

Quando essa è legata al frenulo corto l’unica soluzione risolutiva è la frenuloplastica, un intervento chirurgico che prolunga il frenulo affinché non blocchi la scopertura totale del glande e lo scorrimento del prepuzio.

Se le cause sono riconducibili solo al restringimento prepuziale, si può intervenire con la chirurgia (solitamente con la circoncisione) o con la terapia farmacologica (a base di creme per tentare di ammorbidire la pelle).

Tuttavia la circoncisione non è un’opzione gradita ai più, che vorrebbero risolvere la fimosi senza per questo rinunciare al prepuzio, e dal momento che non sempre le creme sortiscono l’effetto desiderato, tanti cercano una soluzione alternativa per eliminare la fimosi.

Con Phimostop è possibile risolvere il problema agendo direttamente sul prepuzio stimolandone la dilatazione spontanea attraverso una delicata e graduale pressione, in modo che senza nessun trauma e in maniera non invasiva esso riacquisisca le sue funzioni.

Phimostop elimina la fimosi, ma non il prepuzio.

Scopri subito come funziona!