Scoprendo come avviene un intervento simile, capirai perché è impensabile farlo da sé.

Se sei affetto da una fimosi o vuoi provvedere alla circoncisione per altre motivazioni, comprese quelle religiose, dovresti quantomeno sapere esattamente in cosa consiste questa tecnica chirurgica che mira a rimuovere in maniera parziale o totale il prepuzio.

Può capitare infatti, anche se si tratta di un’ipotesi remota, che qualcuno possa pensare che la circoncisione sia una pratica banale e realizzabile addirittura senza rivolgersi ad un medico, dal momento che in alcune culture viene praticata tranquillamente sui bambini.

Beh, di banale la circoncisione non ha assolutamente nulla e nelle prossime righe ti chiariremo come avviene questo intervento e per quale motivo è impensabile curare la fimosi con una circoncisione fai da te.

La circoncisione è una pratica ambulatoriale di chirurgia

Le dinamiche della circoncisione.

Quando il glande non si scopre da solo per un restringimento del prepuzio, si ha a che fare con una fimosi. Questa alterazione dell’aspetto e della funzionalità del prepuzio può essere di due tipi:

Nel primo caso una manovra come scoprire il glande è impossibile sia quando il pene è eretto sia quando è a riposo, mentre nel secondo il disturbo è più lieve poiché si presenta solo durante l’erezione, per cui consente quantomeno di provvedere ad un’adeguata igiene intima.

È per porre rimedio a questa condizione anomala che in Italia si fa maggiormente ricorso alla circoncisione, che ha un costo relativamente basso in un ospedale pubblico (limitato all’importo del ticket) mentre può toccare cifre impegnative presso le strutture private.

Tuttavia questa pratica non sempre viene suggerita dai medici per motivi sanitari.

Capita infatti che anche uomini senza questo problema desiderino praticare la circoncisione per motivi estetici, talvolta addirittura per la convinzione (errata) che essa aumenti la lunghezza del pene.

Naturalmente le dimensioni del pene rimangono invariate dopo la circoncisione, in quanto questo intervento consiste nella rimozione del lembo di pelle che ricopre il glande tramite bisturi o laser.

Dal momento che questa operazione è convenzionata solo quando necessaria per ragioni sanitarie, può capitare che per non spendere cifre alte, alcune persone che hanno altre motivazioni cerchino delle vie alternative.

Ad esempio, un uomo adulto che vuole circoncidersi per una conversione religiosa o per motivi estetici personali potrebbe rivolgersi a pseudo specialisti o addirittura cercare soluzioni per praticare questa tecnica su sé stesso.

Alt! Fermiamoci un attimo.

Ora vediamo in cosa consiste esattamente la circoncisione, dopodiché valuterai da te se sia una pratica verosimilmente praticabile da mani inesperte e in contesti inadatti.

Leggi anche: Ecco come curare la fimosi senza circoncisione

L'igiene è fondamentale durante la circoncisione

La circoncisione è un intervento ambulatoriale serio. Guai a pensare di ricorrere al fai da te!

La tecnica della circoncisione è molto antica, ma nel passare dei secoli naturalmente è stata perfezionata per evitare diversi effetti collaterali spiacevoli come mutilazioni, infezioni, risultati estetici sgradevoli e cicatrici invasive.

Oggigiorno questo intervento avviene in day hospital, preceduto da un’anestesia locale indotta tramite l’applicazione di una pomata desensibilizzante prima e da un’iniezione peniena poi.

Una volta in sala operatoria, il chirurgo provvede a praticare una serie di incisioni superficiali e a rimuovere dall’asta del pene il lembo di pelle che in stato di riposo copre e protegge il glande.

Una volta terminata questa fase, il medico passa all’applicazione dei punti di sutura per chiudere la ferita lungo tutta la circonferenza del pene, poco al di sotto della corona del glande.

Per avere un’idea ben precisa e vivida di come si svolga la circoncisione, puoi visionare diverse immagini e video presenti nel web. Ma non crediamo sia necessario per capire che si tratta di un procedura medica estremamente delicata per cui sono necessarie specifiche competenze, determinate attrezzature e un ambiente sterile e sicuro.

Per dirtelo in maniera chiara, anche solo pensare di potersi auto circoncidere è una follia bella e buona.

Nel caso stessi pensando di risolvere il problema della fimosi in questo modo per imbarazzo o vergogna, sappi in primis che questa è una situazione molto più diffusa di quanto sembri e non c’è assolutamente motivo di provare vergogna.

Inoltre non è per forza necessario ricorrere alla chirurgia per restituire al tuo pene la capacità di scoprire il glande con naturalezza e senza impedimento e dolore.

Leggi anche: Chi pratica la circoncisione? Ecco quali uomini vi si sottopongono e perché

Fimosi e circoncisione: ecco perché non è un binomio indissolubile.

Se la fimosi sta condizionando in maniera ormai insopportabile la tua vita ma vorresti evitare di finire sotto i ferri e dover affrontare l’intervento di circoncisione e i relativi tempi di recupero, puoi optare per il nostro prodotto rivoluzionario.

Phimostop è un nostro brevetto ed è stato validato dal Ministero della Salute come unico metodo non medico per la cura della fimosi.

Il nostro kit di tuboidi permette di restituire al prepuzio la sua naturale elasticità in maniera indolore e non invasiva, sfruttando la predisposizione tipica dei tessuti a dilatarsi se sottoposti a stimolazioni continue e progressive.

Scopri subito come funziona Phimostop!

Banner Acquista Phimostop 1Banner acquista phimostop per curare la fimosi senza circoncisione