Come risolvere il problema del prepuzio troppo stretto? Con una cura naturale e indolore!

Avere la pelle intorno al glande troppo stretta espone a diversi pericoli, che è bene non sottovalutare. Non intervenire tempestivamente potrebbe causarti gravi problemi di salute e trasformare una condizione seria ma facilmente risolvibile in una odissea senza fine.

Vorresti evitare di commettere un simile errore e sapere come risolvere? In questo articolo scoprirai quali sono le cause e le conseguenze della fimosi, e in che modo puoi venirne fuori.

Sintomi e cause della fimosi: ecco perché la pelle del pene si restringe

Se hai notato una certa difficoltà a scoprire il glande, devi sapere che, con tutta probabilità, sei alle prese con una fimosi. Questa condizione non è mai casuale. A meno che non sia presente fin dalla nascita, l’alterazione dell’aspetto e (soprattutto) delle funzionalità della parte finale del pene ha sempre una causa scatenante.

I sintomi sono abbastanza chiari.

Puoi iniziare a sospettare di avere una fimosi quando inizi a riscontrare una certa difficoltà nel far scorrere il prepuzio all’indietro e il glande non si scopre. C’è da fare una distinzione, però, tra fimosi serrata e fimosi non serrata. La prima è la forma più grave, e consiste nella difficoltà o impossibilità di scoprire il glande sia durante l’erezione sia allo stato flaccido; nella seconda forma il problema si manifesta soltanto durante l’erezione.

Cosa cambia nelle possibili conseguenze? Lo scoprirai tra poco.

Leggi anche: Cos’è la postectomia e come si può evitare in caso di fimosi

Intanto vediamo quali sono le cause principali:

  • infezioni derivanti da un attacco batterico o fungino;
  • lesioni alla pelle del prepuzio;
  • dermatiti da contatto;
  • patologie dei tessuti genitali.

Tutte queste situazioni fanno sì che sul prepuzio si formi un tessuto cicatriziale che, data la sua durezza e scarsa elasticità, non si dilata a sufficienza provocando un restringimento sul glande. Le dinamiche a cui dà vita questa anomalia sono diverse, e tutte quante possono creare disagi e problemi anche gravi.

A cosa può portare la fimosi?

Una condizione come la fimosi può riguardare uomini di tutte le età, ed è più diffusa di quanto tu possa pensare. Ecco perché, se ne sei affetto, non devi assolutamente provare vergogna. I metodi per curarla non mancano, ma è importante che tu non la trascuri e agisca in tempo.

Sai perché?

Anche se hai a che fare con una forma leggera, che ti causa solo un lieve fastidio durante l’erezione, la fimosi potrebbe aggravarsi e dre origine ad altre conseguenze, ben più serie. Il fastidio provato in fase di erezione può diventare dolore e, durante l’atto sessuale, potresti andare incontro al rischio di irritare glande e prepuzio causando nuove lesioni. Inoltre, a causa della sofferenza, potresti iniziare a soffrire di eiaculazione precoce o di disfunzione erettile, con conseguenze psicologiche potenzialmente devastanti.

Si può curare la fimosi con rimedi naturali

E questo è niente.

Sempre durante i rapporti sessuali, può determinarsi una delle conseguenze più pericolose della fimosi: la parafimosi. Una scopertura forzata del glande fa sì che il prepuzio resti bloccato sotto la corona, creando uno strozzamento. Questa condizione è considerata una vera e propria urgenza urologica. Se non trattata tempestivamente, infatti, il rischio è che il glande vada in cancrena o in necrosi ischemica. Altre complicazioni gravi che possono derivare dalla fimosi riguardano l’apparato urologico.

Un’occlusione esagerata può comportare difficoltà nella minzione, con conseguente rischio di stenosi uretrale e infezione delle vie urinarie. Ora avrai capito perché dovresti attivarti subito per eliminare la fimosi.

E allora, risolviamo…

Cure e rimedi per la pelle del pene stretta

Come dicevamo prima, le cure per la fimosi non mancano. Sì, probabilmente tu hai letto o sentito dire che l’unico modo per risolvere questo problema è quello di sottoporsi a un intervento chirurgico come la circoncisione. Indubbiamente, questo è un metodo molto utilizzato, ma implica anche parecchie noie, come:

  • dolori;
  • riposo forzato;
  • lunghe liste d’attesa in ospedale;
  • costi alti nelle strutture private;
  • possibilità di risultati antiestetici.

Insomma, tutte circostanze che preferiresti evitare. E che puoi evitare…

Non, però, con improbabili rimedi della nonna ed esercizi di ginnastica prepuziale da eseguire con pomate e quant’altro, perché rischieresti di peggiorare la situazione. Il rimedio indolore e non invasivo per eliminare la fimosi è Phimostop, il nostro prodotto rivoluzionario. Il kit di tuboidi, che puoi trovare sia in farmacia che su Internet, consente di eliminare la fimosi agendo direttamente sul prepuzio, con una graduale sollecitazione che ne stimola il recupero dell’elasticità perduta. Questo prodotto, non a caso, è validato dal Ministero della Salute come unico rimedio non chirurgico per la fimosi.

Leggi anche: Hai il glande strozzato? Ecco che cosa dovresti fare

In conclusione

Curare la fimosi è importante, ma la scelta del metodo con cui farlo potrebbe rivelarsi difficile.

Optare per un metodo piuttosto che per un altro senza conoscere alla perfezione modalità costi, risultati e possibili effetti può comportare il rischio di sbagliare e pentirsi quando ormai è troppo tardi. Vuoi prendere una decisione così importante con cognizione di causa?

Clicca qui per scoprire come funziona Phimostop!

Banner Acquista Phimostop 1Banner acquista phimostop per curare la fimosi senza circoncisione