Fimosi prepuziale e soluzioni percorribili in maniera autonoma per apportare miglioramenti e curarla senza rischi e risvolti negativi.

La fimosi prepuziale è un’alterazione, da non confondersi con malformazione, della parte terminale del pene che impedisce il naturale scorrimento all’indietro del prepuzio per cui il glande non si scopre da solo. Questo problema può avere diverse cause, forme e soluzioni di cura.

Sebbene molto spesso questa condizione venga affrontata con un intervento chirurgico, esistono diverse alternative che consentono di far fronte ad essa senza operazione con risultati apprezzabili e in completa autonomia.

In quest’articolo ti spieghiamo come e perché può verificarsi una fimosi, quali conseguenze può determinare se trascurata e soprattutto quale trattamento non chirurgico può fare al caso tuo.

Fimosi prepuziale: i sintomi e le possibili cause.

Quando si parla di fimosi è corretto distinguere con una separazione netta le due forme principali in cui può presentarsi.

Quando il restringimento del prepuzio impedisce un’azione come scoprire il glande totalmente o parzialmente durante l’erezione si è di fronte ad una fimosi non serrata. Si tratta della forma meno grave, ma in ogni caso può esser motivo di disagio e si manifesta per lo più con sintomi come dolore e irritazioni alla cute del glande e del prepuzio.

Se il glande non si scopre da solo neanche quando il pene è allo stato flaccido parliamo di fimosi serrata, ed è la forma più seria di questa alterazione anatomica in quanto può determinare diversi problemi.

Ragazzo triste per sintomi di fimosi prepuziale

Sintomi di questa condizione possono essere difficoltà e dolore nell’urinare e naturalmente nell’erezione, oltre alle evidenti problematiche relative alla funzionalità del prepuzio nei tentativi di scopertura del glande.

I medici non sono ancora riusciti a risalire a ciò che causa tale condizione dalla nascita, ma sono concordi sul fatto che poiché in molti casi questa condizione di fimosi congenita va a risolversi spontaneamente durante la crescita sia meglio evitare di intervenire sui bambini o sugli adolescenti, salvo che non degeneri in problematiche che rendano quell’opzione necessaria.

La fimosi acquisita, cioè che non si presenta dalla nascita ma in qualsiasi momento successivo (da giovani come in età avanzata), ha invece delle cause ben note: lesioni e infezioni.

Le lesioni causate da una dermatite da contatto (ad esempio con un tessuto) o dallo sfregamento del prepuzio portano alla formazione su di esso di un tessuto cicatriziale che ne indurisce la pelle e ne limita quindi la capacità dilatativa.

Le patologie che possono portare alla formazione di una fimosi sono principalmente:

  • balanite;
  • balanopostite;
  • lichen sclerosus.

Le prime due sono infezioni che si manifestano pressoché nella stessa maniera, con la comparsa di arrossamenti, prurito, dolore e talvolta perdita di liquidi dall’odore sgradevole dall’orifizio uretrale, ma mentre la prima attacca solo il glande, la seconda interessa anche il prepuzio.

Il lichen sclerosus è una malattia cronica che causa chiazze e cicatrici sui tessuti (come potrai vedere in varie immagini su internet) e ne diminuisce l’elasticità.

Leggi anche: Fimosi parziale: così puoi agire (senza intervento chirurgico) per risolvere prima che sia troppo tardi.

Le conseguenze della fimosi.

Una conseguenza molto seria che può sopraggiungere nei casi di fimosi in cui si ha difficoltà nella minzione è quella di incorrere in un’infezione delle vie urinarie, che se non curata può degenerare e aggravarsi.

Cosa fare in questi casi? Indubbiamente rivolgersi ad un urologo.

Purtroppo le situazioni infettive di cui abbiamo parlato prima non costituiscono solo una causa di fimosi, ma anche un possibile effetto. Infatti quando una fimosi serrata impedisce di mantenere un’igiene intima corretta, è molto facile che nell’area inaccessibile del glande e del prepuzio si crei un ristagno di urina e smegma e conseguente proliferazione batterica o fungina.

Anche qui è fondamentale evitare i classici rimedi della nonna e far valutare la situazione ad uno specialista.

Le conseguenze della fimosi prepuziale nei rapporti di coppia possono essere spiacevoli

Oltre a questi rischi di natura infettiva, ci sono anche ripercussioni nella sfera sessuale. Raramente con la fimosi si possono avere rapporti senza che questi ne vengano limitati, influenzati o addirittura resi un pericolo. Questa condizione porta spesso a provare dolore e disagio durante l’atto sessuale.

Inoltre poiché glande e prepuzio sono ricchi di recettori del piacere, il fatto che essi non abbiano una piena funzionalità rende meno soddisfacenti i rapporti e talvolta causa difficoltà a mantenere l’erezione, con effetti psicologici pesanti.

C’è poi il pericolo della parafimosi, cioè quella condizione per cui il prepuzio, dopo esser stato forzato a scorrere sotto il glande (manualmente o per via dello sfregamento), rimane bloccato sotto la corona del glande stesso e crea uno strozzamento edematico molto pericoloso poiché se non trattato tempestivamente può degenerare in cancrena.

Leggi anche: Fimosi grave e rischi d’infezione: 3 segnali che ti dicono che devi intervenire.

I rimedi alla fimosi percorribili in autonomia.

Quindi, come scoprire il glande senza intervento e relativa convalescenza?

Ebbene, se vuoi risolvere questa complicazione senza operazione chirurgica, non prima di esserti consultato con un medico ovviamente, ci sono due rimedi a cui puoi ricorrere autonomamente.

Puoi tentare con la terapia farmacologica, non sempre risolutiva, che prevede l’utilizzo di una pomata o crema elasticizzante che restituisca all’anello fimotico e in generale al prepuzio la capacità di dilatarsi e scoprire il glande. Questo metodo viene a volte associato ad esercizi di ginnastica prepuziale, cioè una sorta di stretching che stimoli l’elasticità (ma tale pratica deve essere sempre suggerita dal medico poiché non sempre sortisce effetti positivi).

C’è poi Phimostop, un prodotto rivoluzionario in grado di stimolare meccanicamente e gradualmente il ripristino dell’elasticità necessaria al prepuzio per scoprire il glande senza dolore e senza ostacoli.

Phimostop è l’unico metodo non chirurgico e non medicinale validato dal Ministero della Salute per la cura della fimosi ed è acquistabile senza ricetta medica su internet o in farmacia.

Vuoi sapere come funziona? Clicca qui!