Ecco cosa c’è da sapere sulla fimosi e sul frenulo breve

La difficoltà nella ritrazione del prepuzio è un segnale che può indicare due diversi disturbi: la fimosi e il frenulo breve.

Queste anomalie anatomiche sono caratterizzate da una sintomatologia molto simile e può essere difficile riuscire a distinguerle. Tuttavia è fondamentale saperle riconoscere l’una dall’altra così da ricorrere alla cura più adatta per il proprio problema.

In questo articolo spiegheremo quali sono le caratteristiche principali della fimosi e del frenulo breve e quali cure adottare per sbarazzarsi di questi fastidiosi disturbi.

La fimosi e il frenulo breve sono due disturbi che possono provocare dei sintomi molto dolorosi

1. Quali sono le cause della fimosi e del frenulo breve

Il frenulo prepuziale è quel sottile lembo di pelle che connette il prepuzio al glande. La sua funzione è quella di evitare che la pelle si distenda eccessivamente quando il pene è eretto. Essendo ricco di recettori sensoriali, il frenulo svolge un ruolo di primo piano anche durante i rapporti sessuali.

Quando questo lembo di pelle è troppo corto si manifesta un disturbo noto come ‘frenulo breve’, un’anomalia anatomica che può essere:

  • congenita, quando si manifesta fin dalla nascita;
  • acquisita, quando si manifesta a causa della cicatrizzazione di lesioni del frenulo che ne pregiudicano l’elasticità. Questi danni sono spesso provocati da movimenti eccessivamente bruschi durante i rapporti sessuali o la masturbazione. Anche alcune patologie genitali possono essere causa della perdita di elasticità del frenulo.

Con il termine ‘fimosi‘ si indica un disturbo caratterizzato dal restringimento del prepuzio che impedisce la scopertura del glande. Anch’essa, così come il frenulo breve, può essere congenita o acquisita.

La perdita di elasticità del prepuzio tipica della fimosi acquisita si manifesta per le stesse cause menzionate a proposito del frenulo breve, ovvero il danneggiamento tessutale provocato da movimenti bruschi e malattie genitali.

Leggi anche: Come capire se hai il frenulo breve e come risolvere il problema

2. Quali complicanze si possono avere quando si soffre di fimosi o di frenulo breve

Poiché sono disturbi molto simili tra loro, la fimosi e il frenulo breve possono causare le stesse complicanze:

  • problemi nel mantenimento di una corretta igiene intima a causa della difficoltà nella ritrazione del prepuzio, favorendo la comparsa di infezioni genitali come la balanite, la postite e la candida. Queste patologie possono costituire un serio rischio per la salute e possono danneggiare i genitali, aggravando il restringimento fimotico o la rigidità del frenulo;
  • fastidio e dolore durante i rapporti sessuali;
  • eiaculazione precoce;
  • bruciore o dolore durante la minzione;
  • difficoltà nel mantenimento dell’erezione.

Inoltre, quando la fimosi è molto severa (fimosi serrata), il restringimento del prepuzio può bloccare quasi totalmente la fuoriuscita dello sperma compromettendo la fertilità.

Per curare la fimosi è possibile ricorrere a un'alternativa non chirurgica davvero efficace

3. Ecco quali cure esistono per liberarsi di questi due disturbi

La chirurgia è il rimedio più utilizzato per curare sia la fimosi che il frenulo breve.

L’intervento praticato contro il frenulo breve è la frenuloplastica, un’operazione che consiste nell’incisione di questo lembo di pelle, che viene ricostruito in modo da renderlo più lungo. In genere viene svolta in anestesia locale e dura appena trenta minuti. Se al termine dell’intervento non vengono rilevate complicanze, il paziente è immediatamente libero di tornare a casa.

Di norma la ferita si rimargina completamente nel giro di tre o quattro settimane, durante le quali è consigliato astenersi dai rapporti sessuali e da altre attività che potrebbero sollecitare eccessivamente i genitali, compromettendo la guarigione.

Per curare la fimosi viene praticata la circoncisione, ovvero la rimozione chirurgica del prepuzio. Questo intervento è più invasivo della frenuloplastica, ma viene ugualmente praticato in anestesia locale e in regime di day hospital. Ha una durata di un’ora circa e prevede un periodo di convalescenza di almeno un mese, durante il quale vanno presi gli stessi accorgimenti suggeriti per la frenuloplastica.

Attualmente non esistono metodi non chirurgici efficaci per curare il frenulo breve. Per eliminare la fimosi, però, c’è Phimostop, l’unico rimedio non invasivo validato dal Ministero della Salute!

Con Phimostop è possibile ridurre il restringimento del prepuzio in modo rapido e indolore e liberarsi della fimosi una volta per tutte senza ricorrere al bisturi. Il nostro dispositivo medico è costituito da una serie di tuboidi in silicone progettati per distendere il prepuzio in modo da restituirgli la sua naturale elasticità.

Phimostop può essere acquistato in farmacia senza ricetta medica e, in caso di recidiva, può essere riutilizzato dopo averlo opportunamente disinfettato.

Leggi anche: Ginnastica prepuziale e fimosi: tutto quello che devi sapere

In conclusione

Abbiamo spiegato quali sono le caratteristiche della fimosi e del frenulo breve. Questi disturbi sono molto simili tra di loro e può essere difficile distinguerli.

È importante sapere come riconoscerli in modo da poter individuare la cura più adatta. Contro il frenulo breve l’unica soluzione è la chirurgia. Per curare la fimosi, invece, c’è Phimostop, l’unica alternativa non chirurgica alla circoncisione.

Se soffri di fimosi, parla con il tuo medico e chiedigli se il nostro dispositivo medico può essere la soluzione ideale per te!

 

 

Banner Acquista Phimostop 1Banner acquista phimostop per curare la fimosi senza circoncisione