Distinguiamo la fimosi prepuziale da quella causata da un frenulo breve.

La fimosi causata da un restringimento del prepuzio è una condizione che si differenzia nettamente da una situazione in cui il frenulo corto impedisce una scopertura agevole della parte finale del pene, non solo concettualmente ma anche per i rischi connessi ad essa.

Quando il glande non si scopre da solo a causa di una perdita dell’elasticità del tessuto prepuziale, le conseguenze sia funzionali che sanitarie possono essere molto più invasive e pericolose rispetto ad una difficoltà nel compiere una manovra come scoprire il glande per via di un frenulo non sufficientemente lungo.

In questo articolo vedremo quali sono gli scenari che si delineano in seguito al sopraggiungere dell’uno e dell’altro problema, evidenziando le implicazioni e i metodi risolutivi.

Fimosi serrata e Fimosi non serrata: differenze e possibili complicazioni.

La fimosi, per definizione, è un’alterazione della parte terminale del pene che consiste nella difficoltà o addirittura nell’impossibilità di scoprire in maniera agevole il glande a causa di un restringimento del prepuzio, ovvero il tratto di pelle che ricopre il glande stesso quando il pene è allo stato flaccido.

Questa condizione può essere di natura congenita o acquisita: talvolta, infatti, la fimosi è presente fin dalla nascita, ma capita molto spesso che uomini di ogni età presentino questo problema per via di fattori esterni come infezioni batteriche o fungine, lesioni al tessuto prepuziale o patologie tipiche dei tessuti genitali.

In conseguenza di tali episodi, la pelle si indurisce a causa della formazione di tessuto cicatriziale e perde la consueta elasticità, determinando un’occlusione del glande. Questa condizione può presentarsi principalmente in due forme: la fimosi serrata e la fimosi non serrata.

Nel caso dovessi ritrovarti a fare i conti con questa spiacevole problematica, sarebbe importante individuare quale tra queste due forme si sia presentata sul tuo pene.

Ma come capirlo?

Innanzitutto, davanti a una situazione anomala, faresti bene a richiedere quanto prima un consulto medico, preferibilmente con uno specialista come l’andrologo o l’urologo. Ma in linea generale, non è complicato intuire se sei di fronte a una fimosi serrata o non serrata.

Leggi anche: La circoncisione è dolorosa? Ecco come stanno realmente le cose.

La prima si manifesta con la chiara difficoltà di compiere la manovra di scopertura del glande sia quando il pene è a riposo sia quando è in erezione, mentre la seconda evidenzia tale difficoltà esclusivamente quando il pene è eretto.

La fimosi serrata è ovviamente una forma più grave, in quanto oltre a determinare problemi nei rapporti sessuali, può essere l’innesco per altri disagi e complicazioni di tipo sanitario, come:

  • la difficoltà a mantenere un’adeguata igiene intima;
  • la difficoltà nella minzione;
  • l’insorgenza di infezioni e infiammazioni al glande e al prepuzio a causa del ristagno di urine e smegma;
  • la parafimosi.

Frenulo corto: sintomi e vantaggi dell’operazione di frenulotomia.

Il frenulo è un sottilissimo strato di cute che congiunge il glande al prepuzio nella parte inferiore della punta del pene. Essendo questo punto ricco di terminazioni nervose e vasi sanguigni, il suo livello di sensibilità e ricettività è particolarmente alto, specie durante i rapporti sessuali.

Quando l’elasticità e la lunghezza di questo sottilissimo filo di pelle non sono sufficienti a garantire la completa scopertura del glande, possono sopraggiungere problemi durante la masturbazione, ma soprattutto durante l’atto sessuale.

Per curare la fimosi non serrata l'intervento non sempre è necessario

Oltre alle diverse cause organiche, il frenulo breve si differenzia dalla fimosi prepuziale anche per il fatto che non implica alcun rischio tra quelli prima menzionati.

I principali sintomi di un frenulo breve sono:

  • il glande e il pene che tendono a curvare verso il basso durante l’erezione;
  • una spiccata sensibilità di glande e prepuzio;
  • sensazione di dolore a causa dell’eccessiva sollecitazione del frenulo quando il pene è eretto.

Chiariamo che con il frenulo corto si può fare l’amore, ma ci sono alte probabilità di provare dolore durante i rapporti, di andare incontro a episodi imbarazzanti e spiacevoli come l’eiaculazione precoce o la perdita dell’erezione, e in casi estremi a lesioni e rotture.

Se la tua difficoltà nello scoprire agevolmente il glande è dovuta al frenulo corto, sappi che si tratta di una situazione facilmente risolvibile con un banale intervento chirurgico da eseguire in day hospital: la frenulotomia.

Questa tecnica consiste nell’incisione trasversale del frenulo e nella successiva plastica e suturazione, affinché tra glande e prepuzio non vi sia più alcun ostacolo alla completa distensione dei tessuti.

Per quanto si tratti di un intervento meno invasivo della circoncisione, per poter riprendere l’attività sessuale potrebbe comunque essere necessario attendere fino a un mese di tempo.

Frenulo corto e Fimosi: non sempre è necessario l’intervento chirurgico.

Qualunque sia il tuo problema, è probabile che possa sopraggiungere una certa ansia all’idea di doverti sottoporre ad un intervento chirurgico in una zona “sacra” come quella genitale.

Perfettamente comprensibile.

Ma sappi che non sempre è necessario ricorrere alla chirurgia per ovviare ad una di queste condizioni.

Per risolvere il problema del frenulo corto, ad esempio, è possibile che il medico tenti di conferire maggiore elasticità al tuo frenulo mediante alcuni esercizi specifici in concomitanza con l’applicazione di una crema elasticizzante.

Leggi anche: Meglio la circoncisione parziale o totale? Le opinioni dei medici

Nel caso la situazione risultasse invariata anche in seguito a questo genere di trattamento (da non intraprendere MAI senza un consulto medico), l’unica strada per risolvere il problema resterebbe quella chirurgica.

Riguardo alla cura per la fimosi, oltre alla circoncisione, tecnica abbastanza invasiva e dai tempi di recupero abbastanza lunghi, è possibile sfruttare il nostro metodo rivoluzionario: l’unico in grado di eliminare la fimosi in maniera naturale, senza farmaci né intervento.

Phimostop, infatti, è un prodotto che permette di ripristinare le condizioni di elasticità e naturale dilatazione del tessuto prepuziale in maniera non invasiva e indolore.

Il nostro kit, validato dal Ministero della Salute, è acquistabile senza ricetta medica sia online che in farmacia.

Scopri subito come funziona!