Ecco in che modo si può prendere la fimosi del pene.

La fimosi del pene è una condizione che potenzialmente può interessare qualsiasi uomo non circonciso nel momento in cui incontra difficoltà nel compiere un’azione come scoprire il glande.

Tale anomalia crea seri problemi a chi ne è colpito e per questo è importante consultare un medico e programmare una cura che ripristini tutte le funzionalità del pene che vengono ostacolate da essa.

Scopriamo che cos’è esattamente la fimosi, come si presenta e cosa può comportare nella vita di un uomo, dedicando la giusta attenzione anche a tutti quei rimedi che vanno ad eliminarla.

Ragazzo con la fimosi vorrebbe evitare l'intervento e la convalescenza

Cos’è la fimosi e come la si può contrarre.

La fimosi è un disturbo che riguarda il tratto finale dell’asta del pene e consiste in un restringimento eccessivo del prepuzio sul glande che ne impedisce o ne limita la scopertura. I sintomi di una simile condizione sono abbastanza tangibili in quanto alla vista appare subito evidente che la pelle prepuziale non scorra sufficientemente all’indietro per liberare del tutto il glande.

Inoltre sia che si provi ad agevolare manualmente la manovra quando il pene è a riposo sia quando si ha un’erezione si prova un certo dolore.

La forma più grave di fimosi che si può verificare è la fimosi serrata, ovvero un’impossibilità di scoprire il glande sia in flaccidità che in erezione, mentre si ha una fimosi non serrata quando il glande non si scopre da solo esclusivamente durante l’erezione.

Entrambe queste forme possono comparire fin dalla nascita, e in tal caso si parla di fimosi congenita, e non se ne conoscono le ragioni precise. Se invece la fimosi si manifesta successivamente si definisce acquisita, ed in questo caso invece la medicina è in grado di classificare le cause che la scatenano.

Queste sono principalmente le seguenti:

  • una serie di lesioni al tessuto prepuziale o al glande;
  • infezioni batteriche o fungine ai danni dell’estremità del pene;
  • patologie legate alla pelle del pene.

Leggi anche:

Come probabilmente immagini riuscire a individuare per tempo queste eventualità è importante per curarle nel modo giusto e prevenire la fimosi, ma in molti casi ci si accorge di esse troppo tardi, quando l’elasticità del prepuzio è già compromessa.

Le principali conseguenze problematiche della fimosi.

La prima delle conseguenze negative che potrebbero venire in mente parlando della fimosi riguarda senz’altro il fatto che si possono avere dei rapporti molto problematici in ambito sessuale.

La fimosi causa problemi nei rapporti

Il che è abbastanza scontato in quanto una tale limitazione determina che un’elevata percentuale di soggetti fimotici provino dolore durante l’erezione e quindi in maniera ancora più accentuata durante l’atto sessuale. Lo sfregamento tra tessuti mette sotto stress la scarsa capacità dilatativa del prepuzio fimotico esponendolo a conseguenze come lesioni o rotture.

Ma la situazione più pericolosa legata ai rapporti sessuali con la fimosi è quella di una forzatura della scopertura con successivo blocco del prepuzio sotto il glande. Questa dinamica è detta parafimosi ed è un’urgenza urologica che necessita di un intervento immediato per riportare la pelle prepuziale in sede, prima che lo strozzamento ai danni del glande degeneri in casi estremi come la cancrena.

Escludendo la sfera sessuale, ci sono altri risvolti negativi per la salute di una persona colpita da fimosi serrata. Innanzitutto un uomo affetto dalla forma più grave e occlusiva non può provvedere ad una corretta igiene intima, e questo comporta un’alta esposizione alle infezioni del glande e del prepuzio sui quali possono ristagnare urina e smegma.

Nei casi più estremi la fimosi può causare difficoltà e dolore nella minzione, ed è doveroso informare subito il proprio medico che valuterà l’ipotesi di prescrivere una visita urologica.

Leggi anche:

Come agire per eliminare la fimosi.

Per liberarsi di questa fastidiosa e pericolosa alterazione del pene ci si può affidare a diversi metodi.

Ricorrere alla chirurgia con operazioni come circoncisione, postectomia, o prepuzioplastica garantisce risultati, ma si tratta di tecniche invasive che peraltro richiedono tempi lunghi o costi alti in base alla struttura ospedaliera scelta, senza contare la fase di convalescenza che può protrarsi per oltre un mese prima di poter riprendere alcune attività lavorative o lo sport.

Meno traumatico è certamente l’approccio terapeutico farmacologico, che prevede l’uso di una pomata (solitamente al cortisone) per ammorbidire la pelle e agevolare la dilatazione del prepuzio. In molti casi però gli effetti di questa cura non sono soddisfacenti in quanto non tutti reagiscono al farmaco nella medesima maniera.

Ecco perché con Phimostop puoi trovare la soluzione ideale per la fimosi.

Phimostop è un prodotto brevettato qualche anno fa che consente di restituire al prepuzio la sua naturale forma e capacità dilatativa grazie ad una delicata e graduale pressione che ne stimola l’apertura fino a consentire la scopertura totale ed agevole del glande.

Si tratta di un prodotto veramente rivoluzionario, acquistabile in farmacia o su internet senza ricetta medica, validato dal Ministero della Salute.

Scopri di più su Phimostop!