Hai la fimosi e vuoi risolvere senza dover affrontare un intervento? Ecco quali possibilità hai a disposizione.

La cura della fimosi è un qualcosa che molti uomini devono affrontare ogni anno per poter riacquisire la possibilità di compiere un’azione come scoprire il glande, ma non tutti hanno la stessa reazione quando gli si prospetta di dover passare per la sala operatoria.

Per quanto l’intervento chirurgico sia uno dei rimedi proposti con percentuali più alte, ci sono persone che non se la sentono di eliminare la fimosi in maniera così aggressiva e preferiscono cercare alternative più soft.

Scopriamo quali sono.

Risolvere la fimosi è molto importante per i rapporti

La fimosi: cos’è e come si manifesta.

La fimosi è una condizione che può interessare tutti gli uomini in qualsiasi momento della vita, sia da giovani che in età avanzata, e consiste in un restringimento del prepuzio che non permette di estrarre il glande.

Questo disturbo può essere totale quando il glande rimane completamente coperto o parziale quando esso può essere scoperto solo in minima parte, ma generalmente si classifica la fimosi in due modi:

  • fimosi serrata;
  • fimosi non serrata.

La fimosi serrata ha luogo quando il glande non si scopre da solo indipendentemente dallo stato del pene. Sia quando questo è a riposo sia quando è eretto dunque non è possibile far scorrere la pelle del prepuzio.

La fimosi non serrata invece comporta questo problema solamente nel momento in cui avviene un’erezione.

Le cause che portano alla formazione di una fimosi fin dalla nascita sono tuttora ignote, ma la comunità medica è abbastanza allineata nell’individuare quali sono quelle che determinano questa anomalia del pene in una fase successiva.

Queste sono principalmente tre:

  • lesioni al tessuto prepuziale o al glande;
  • patologie che colpiscono i tessuti dei genitali;
  • infezioni batteriche al glande o al prepuzio.

Leggi anche:

Ciò che accade alla pelle in seguito a queste circostanze è che in reazione alle lesioni, agli arrossamenti e a eventuali sanguinamenti si forma un tessuto cicatriziale che crea un indurimento e una perdita dell’elasticità. Da questo deriva l’incapacità del prepuzio di “aprirsi” e di scorrere all’indietro sul glande.

Una simile dinamica impatta in maniera pesante sulla vita di un uomo per varie ragioni.

 

Ragazzo cerca dei rimedi della nonna per risolvere la fimosi

Le possibili conseguenze della fimosi.

La fimosi serrata in quanto forma più grave e invasiva include conseguenze più rischiose rispetto a quella non serrata, che rimangono per lo più circoscritte alla sfera dei rapporti sessuali.

Quando la chiusura del glande è totale il restringimento prepuziale può causare difficoltà nell’urinare e dolore. Il pericolo in questo caso è che vi sia un ristagno dell’urina nell’uretra e ciò espone alle infezioni delle vie urinarie, pertanto è consigliabile rivolgersi ad uno specialista quando si avvertono questi sintomi.

Un altro enorme problema che riguarda gli uomini colpiti da fimosi serrata interessa l’igiene intima.

È naturale che non potendo estrarre il glande e scoprire la mucosa interna del prepuzio divenga difficile, per non dire impossibile, lavare e disinfettare accuratamente quest’area. Ovviamente un limite simile fa si che alcune gocce di urina e lo smegma ristagnino e creino una situazione ideale per la proliferazione batterica.

Come di sicuro immagini, questo problema crea un enorme disagio anche nell’approccio al sesso.

Con la fimosi si possono avere rapporti condizionati in maniera netta dalla mancanza di una funzionalità importante ai fini dell’atto sessuale, in quanto l’erezione risulta il più delle volte dolorosa e ancor di più lo è il rapporto vero e proprio.

Lo sfregamento tra i tessuti infatti può portare a lesioni o rotture nel prepuzio, e lo stato ansioso con cui si affronta un rapporto incide terribilmente sul suo esito. Inoltre avere rapporti con la fimosi espone ad un pericolo come la parafimosi, cioè la scopertura forzata del prepuzio con un successivo blocco al di sotto del glande.

Questa dinamica va subito affrontata in quanto si tratta di un’urgenza urologica, e lo strozzamento che l’anello fimotico crea ai danni del tratto finale del pene può degenerare in cancrena poiché blocca l’afflusso sanguigno.

Appurati tutti i risvolti negativi di una fimosi, sarai ulteriormente convinto a curarla celermente. Ma nel caso l’ipotesi dell’intervento ti faccia paura, sari felice di scoprire che esistono rimedi alternativi.

Leggi anche:

I metodi per risolvere la fimosi.

Se vuoi evitare l’operazione parlane col tuo medico ed evita di considerare rimedi della nonna trovati su internet perché con molti di essi rischi solo di peggiorare le cose.

Le prospettive che ti verranno proposte da un medico saranno la terapia farmacologica o l’uso di Phimostop.

La terapia consiste nell’applicare una crema elasticizzante o una pomata direttamente sul prepuzio nel tentativo di ammorbidirlo e conferirgli la sua naturale elasticità. Tuttavia questo metodo non garantisce risultati apprezzabili su tutti.

Ecco perché Phimostop è il prodotto giusto per risolvere il problema della fimosi in maniera non invasiva e senza dover rinunciare a lavoro e sport. Acquistabile in farmacia o su internet, Phimostop agisce sul prepuzio con una pressione graduale e progressiva fino a restituirgli la piena funzionalità.

Per capire nel dettaglio come funziona, Clicca Qui!